Follow Us:

Blog

Chiacchiere

Protagonista di questo carnevale è indubbiamente la farina di farro monococco,

ebbene sì, ci abbiamo fatto anche le chiacchiere!

 

 

Dopo la ricetta della scorsa settimana, che avete molto apprezzato, i cutumè (https://bit.ly/2SzNeee ), abbiamo ritentato una ricetta di fama nazionale, adattata ai grani antichi siciliani.

 

 

Ma i nostri in realtà non sono tentativi, procediamo sicuri della riuscita!

Infatti la nostra ricetta delle chiacchiere con i grani antichi, prevedeva già l’impiego della maiorca(https://bit.ly/39PDaDu ),

ma perché non sperimentare con un grano così versatile come il farro monococco?

(Per acquistarlo online clicca qui https://bit.ly/2SJfxXN )

Ce lo siamo chiesti e subito ci siamo dati la risposta.

Se avete iniziato a prendere confidenza con le nostre farine molite a pietra, sarete già abituati al colore bruno di un alimento artigianale e genuino, dove le parti migliori del chicco rimangono ad impreziosire il prodotto finale.

Comunque le chiacchiere risultano friabili e croccanti, ricche ancora di più di sapore, e piene di sfumature di colore.

 

 

Non ci credi? Provale!

 

INGREDIENTI

  • 1 kg farina di Farro monococco Antichi Granai https://bit.ly/2SJfxXN
  • 70 gr zucchero
  • 150 ml marsala
  • 100 gr burro
  • 4 cucchiai olio evo
  • 3 uova
  • Buccia grattugiata di un’arancia bio
  • Zucchero a velo per spolverare
  • Olio per friggere

 

 

PREPARAZIONE

  • Nella planetaria versare la farina, lo zucchero ed il burro (questo deve essere morbido, quindi toglierlo dal frigo almeno un’ora prima), ed avviare la macchina.
  • Aggiungere la scorza grattugiata dell’arancia, poi in sequenza le uova, il marsala e l’olio extravergine d’oliva.
  • Se serve, ovvero se l’impasto è troppo duro, aggiungere un altro uovo.
  • Quando l’impasto è omogeneo ed elastico, togliere dalla ciotola della planetaria e riporre su una spianatoia leggermente infarinata.

 

 

  • L’ideale è spianare la pasta con l’apposita macchina, la “nonna papera”, perché la foglia deve essere sottilissima, quindi posizionate la macchina al livello minimo e passate l’impasto tra i rulli.

In alternativa…lavorare molto bene con il mattarello!

 

 

  • Quindi, con una rotella tagliapasta, ricavare dei rettangoli su cui fare degli intagli.

 

 

  • In un tegame ampio friggere l’olio, appena è bollente immergervi poco alla volta i rettangoli e muoverli con un forchettone o una paletta, rigirandoli.

 

  • La cottura deve essere breve altrimenti si bruceranno, per cui, appena dorate, colarle dall’olio in eccesso e riporle su carta assorbente.
  • Spolverare con zucchero a velo e servire.